• PIANDACCOLI OGGI E DOMANI

    Dopo anni incentrati sulla ricerca dell’eccellenza nella creazione dei propri prodotti, la Tenuta riesce ad affermarsi in sempre più mercati.
    Continua il progetto di divulgazione del valore dei vitigni autoctoni toscani, fondamentale per la salvaguardia della bio-diversità del nostro panorama enologico.

  • VINI DAL RINASCIMENTO

    Finalmente il progetto di vinificazione dei “Vini dal Rinascimento” prende forma.
    Nel 2012 viene imbottigliato il primo vitigno autoctono in purezza: Foglia Tonda del Rinascimento Toscana IGT, una piccola produzione di eccellenza che riscuote da subito il consenso di critica e consumatori.
    Negli anni a seguire completeranno la gamma: Pugnitello, Barsaglina e Mammolo.

  • PRIMA BOTTIGLIA

    Viene per la prima volta imbottigliato il frutto della vendemmia. Nasce Inprimis, un blend estremamente elegante ed unico nel suo genere: una base Sangiovese, a cui decidiamo di unire Foglia Tonda e Pugnitello, due dei nostri vitigni autoctoni.

  • NUOVI OBIETTIVI

    Il Dott. Giampaolo Bruni subentra a suo suocero nella direzione della proprietà e definisce un progetto del tutto innovativo: produrre vini da vitigni autoctoni della Toscana Rinascimentale. A tale scopo vengono reimpiantati tutti i 20 ettari di vigneto.

  • IL PANORAMA VITIVINICOLO TOSCANO PRE-FILLOSSERA

    Un quadro di Bartolomeo Bimbi rappresenta le numerose varietà autoctone di uva presenti nella Toscana dell’epoca. Molte di queste andranno perdute a causa dell’epidemia di Fillossera che colpì l’Europa nella metà del diciannovesimo secolo. Molte di queste andranno perdute a causa dell’epidemia di Fillossera che colpì l’Europa nella metà del diciannovesimo secolo e verranno riscoperte e recuperate solo a partire dal secondo dopo guerra.