I Vitigni Autoctoni

piandaccoli products

Il passato e il futuro dell’enologia Toscana. Pugnitello. Foglia Tonda. Mammolo. Barsaglina.

 

Nomi impressi in alcuni documenti storici che risalgono a prima di Cristo. Vitigni di cui non si sapeva altro se non che avevano dominato la vita vinicola della Toscana, dai tempi di Caterina de’ Medici fino alla metà dell’800. Vitigni autoctoni che hanno dimostrato di avere le capacità naturali per restituire vini straordinari: forti, eleganti, equilibrati, vinificati in purezza, oppure uniti ai nostri Sangiovese e Colorino.
Realizzato lavorando fianco a fianco con i ricercatori universitari, Piandaccoli è un progetto che anticipa le tendenze e il gusto di domani. Un progetto di eccellenza in continua evoluzione, mai affrontato prima, dove ogni giorno si carica di nuove esperienze.


BARSAGLINA Nera

Varietà autoctona toscana di cui abbiamo tracce da fine Ottocento, la Barsaglina Nera offre un germoglio di 10/20 cm, foglia pentagonale trilobata o quinque-lobata ed un grappolo di media grandezza, con buon peso ed aspetto compatto, piramidale. La produzione è buona e costante ed è piuttosto resistente a tutte le patologie. Il vino che ne otteniamo è caratterizzata da un colore molto intenso, note minerali molto tipiche. Non è adatta a fare vini in purezza, ma in assemblaggio offre complessità olfattiva, stabilità del colore e persistenza gustativa.


COLORINO DEL VALDARNO

Il Colorino prende il nome dall’abbondante colore contenuto nella buccia. In Toscana se ne coltivano due tipi: quello classico, detto Colorino del Valdarno, con foglie e tralci colorati in rosso, ed un altro con i germogli non rossastri. Il germoglio ha una lunghezza di 10-20 cm, la foglia è medio-piccola, trilobata o quinquelobata, con la pagina superiore leggermente rugosa di color verde carico. Il grappolo è piccolo (lunghezza relativa 10-15 cm), semi-spargolo, conico, con una o due ali. Dal punto di vista enologico, il Colorino del Valdarno è la classica varietà da colore, con un tannino molto rotondo e persistente. Il vino ha sentori di frutti neri molto maturi e con una stabilità molto prolungata nel tempo.


PUGNITELLO

Il nome richiama la forma di un piccolo pugno del suo grappolo. La foglia è di media grandezza, pentagonale, quinquelobata. Il grappolo è piccolo, leggero, molto corto, piramidale, generalmente compatto. Presenta elevata vigoria e scarsa produzione. La buccia spessa ed elastica dei suoi acini gli conferisce una buona resistenza. Ne otteniamo un vino di grande spessore, molto profondo e persistente, con tannini morbidi ed eleganti, dà il meglio di sè su terreni tendenzialmente calcarei come i nostri; in assemblaggio conferisce morbidezza, setosità e persistenza gustativa.


FOGLIA TONDA

Il trattato di ampelografia Di Rovasenza (1877) ricorda questo vitigno, il cui nome deriva dalla forma circolare della foglia. Foglia di grandezza media, intera o con lobi leggermente accennati. Il grappolo è medio o medio-grande, piramidale, alato, compatto. La produzione è abbondante e costante. Se ne ottiene un vino di grande complessità aromatica dal floreale alla frutta rossa matura, in bocca ha naturalmente un tannino setoso ed elegante di grande lunghezza e profondità. E' senza dubbio il principe delle varietà minori toscane, con una personalità veramente straordinaria.


MAMMOLO

Il Mammolo è un vitigno con origini toscane testimoniate si dal Seicento, come affermano il fiorentino Soderini (1600), il Micheli (1679) ed il Trinci (1726). La foglia è media, trilobata o quinquelobata, lembo piano, a superficie liscia. Il grappolo è di media grandezza e peso ridotto, allungato, cilindrico, spesso con un’ala, semi-spargolo. Daà una produzione abbondante e costante. Il vino che se ne ottiene gioca tutto sulla finezza e sull’eleganza, con pochissima intensità colorante, ma grande nei profumi di mammola, giaggiolo e ciliegia e con un tannino delicato, ma di ottima lunghezza.

The Autocthon Vines

piandaccoli products

The past and future of Tuscan oenology. Pugnitello. Foglia Tonda. Mammolo. Barsaglina.

 

Names found in historic documents that date back to the years Before Christ. Vines of which there was no real knowledge except that they had dominated the vines of Tuscany vineyards, from the times of Catherine De Medici to the mid seventeenth century. Autochthon vines that have proved their natural ability to generate extraordinary wines: strong, elegant, well-balanced, vinified alone or together with our Sangiovese and Colorino grapes.
Working elbow-to-elbow with university researchers, Piandaccoli became a project that anticipates the trends and tastes of tomorrow. A constantly evolving project par excellence, one that has never been attempted before, where every single day is a totally new experience.

Коренные виноградники

piandaccoli products

Прошлое и будущее виноделия Тосканы. Пуньителло. Фолья Тонда. Маммоло. Барсальина.

 

Эти названия значатся в некоторых исторических документах, восходящим к эпохе до нашей эры. Об этих виноградниках было известно лишь то, что они доминировали в винодельческой жизни Тосканы со времен Катерины де Медичи до середины XIX века. Это коренные виноградники, которые доказали, что они имеют натуральные качества, чтобы делать превосходные вина: сильные, элегантные, сбалансированные, возделанные в едином сорте либо с добавлением наших Санджовезе и Колорино. Проект Пиандакколи, реализованный благодаря совместной работе с университетскими исследователями, предвосхищает тенденции и вкус завтрашнего дня. Это проект Превосходства в постоянной эволюции, неведанный ранее, где каждый день наполняется новым опытом.

当地葡萄

piandaccoli products

过去和未来的托斯卡纳葡萄:PUGNITELLO,FOGLIA TONDA,MAMMOLO和BARSAGLINA。

 

公元前在历史书中已发现这些葡萄名。最早只知道这些葡萄写出了托斯卡纳葡萄酒的历史。自从 CATERINA DE MEDICI一直到800年中旬,这些葡萄允许当地人制出具有自然性,并非常优秀的葡萄酒。强、文雅、平衡纯洁度很高的或与桑娇维塞和COLORINO葡萄混合的高质量葡萄酒。
我们制出的酒是与大学研究人员一起制出的。PIANDACCOLI项目能够提前实现新趋势和未来感受。是个不断在进展的优秀项目,它面对许多新内容,并且每天在经历新经验。

Az. Agr. Piandaccoli di Bruni G.
Via di Piandaccoli, 7 - 50055 Malmantile - Lastra a Signa (Fi)
Tel: 055.0750005 - Fax: 055.0750004      P. Iva: 05615640488